Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Serie A, match a porte chiuse. Ma in chiaro in Tv?

Per la Serie A ai tempi del coronavirus l’arcano potrebbe stare nel piccolo schermo.

Certo, tutto quello che sta accadendo è inequivocabilmente un peccato. Il campionato quest’anno aveva (o forse ha ancora, almeno speriamo) tutte le carte in regola per iscriversi nell’elenco dei più avvincenti della storia della Serie A. La cavalcata della Lazio di Simone Inzaghi stava (sta) dando sapore a un torneo da anni dominato dalla Juventus con una Inter che almeno quest’anno potrà provarci. La mancanza del pubblico sugli spalti è un handicap. Inutile girarci attorno. Dipenderà ora dalla durata dello stop ai tifosi negli stadi, ma un po’ il torneo rischia di uscirne “falsato”. Per Ora la Lega Serie A ha chiesto e il Governo ha dato l’ok alla possibilità di disputare gare a porte chiuse nelle aree più colpite dal coronavirus. Speriamo che lo stop sia davvero una breve parentesi.

Detto questo, c’è un aspetto che si sta facendo strada in queste ore. Come permettere ai tifosi di seguire un match di cartello come Juventus-Inter? Sky – si è letto sull’agenzia Ansa – si sarebbe detta disponibile ad aprire a tutti la visione e avrebbe cominciato a valutare l’ipotesi di trasmettere Juventus-Inter dell’1 marzo in chiaro sul digitale terrestre, sul canale Tv8. E’ un’ipotesi di lavoro, nulla più. Ma tant’è.

Dinanzi a questa notizia anche la Rai ha manifestato – via Ansa e comunque con una missiva inviata alla Lega Serie A – la disponibilità alla trasmissione in chiaro sul canale a più larga diffusione. «Lo facciamo — spiega la fonte — a tutela dell’ interesse pubblico alla massima diffusione delle stesse gare considerando che i canali Rai sono fruibili dal 99, 87 % della popolazione italiana».

Sul tema è intervenuto anche il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora: «Sono decisioni che devono prendere le Leghe. Non entro in scelte che possono essere autonome del mondo dello sport, quello che abbiamo disposto è la necessità di salvaguardare la salute».

Ergo: vista l’eccezionalità tutto può accadere. Ma non è così semplice. Quel diritto per la trasmissione, in chiaro, dei match di Serie A non appartiene a nessuno. La trasmissione del match sul canale in chiaro di Sky sul digitale terrestre avrebbe – vista l’importanza della partita – inevitabili ripercussioni sull’audience televisiva. In estrema sintesi, avere una partita di quel tipo su un canale porterebbe e boom di ascolti da una parte e impoverimento dall’altra (leggi Rai, ma anche Mediaset dove, ovviamente la questione è arrivata subito all’attenzione delle prime linee e c’è da giurare che nel caso si farebbero avanti anche da Cologno per la disponibilità di trasmissione del match in chiaro). Insomma, se decisione sarà, bisognerà stare attenti a non scontentare nessuno. Altrimenti la ricorsite italiana, c’è da giurarlo, non tarderebbe a farsi viva.

La finalità sociale del ragionamento di Sky alla fine si scontra con questo ostacolo pratico. Non è detto che non si trovi la quadra, vista l’eccezionalità del momento. Per ora sono ipotesi di lavoro. E ci sono disponibilità manifestate. Tutto qua.

UPDATE

Alle 18.27 Ansa batte la notizia dell’interesse di Mediaset a trasmettere in chiaro Juventus-Inter. Insomma, “mai come in questo caso risulta azzeccata la formula dei testi universitari: “Come volevasi dimostrare”

++ Coronavirus: anche Mediaset si candida per Juve-Inter ++
 (ANSA) – ROMA, 25 FEB – Non solo Sky e Rai. Anche Mediaset,
secondo quanto si apprende da fonti di Cologno Monzese, si è
candidata a trasmettere la diretta in chiaro di Juventus-Inter,
in programma domenica sera, e per le altre partite che saranno
disputate a porte chiuse. (ANSA).